Published at 20 Jun 2024
Published at 20 Jun 2024
Joinrs incontra Cinzia, Talent Acquisition & Division Manager in Orienta

Joinrs incontra Cinzia, Talent Acquisition & Division Manager in Orienta


Chi è Joinrs?

Joinrs è il punto di incontro tra studenti, profili junior e aziende: grazie al nostro modello di AI, aiutiamo i job seeker ad identificare e scoprire i migliori annunci in linea con le loro ambizioni. Contemporaneamente, oltre 150 aziende clienti portano avanti sulla nostra piattaforma strategie di employer branding e talent acquisition con l'obiettivo di attrarre i candidati più compatibili con i valori dell’azienda. Se sei un’azienda e vuoi saperne di più, clicca qui.

 

Raccontando il mondo HR

Per conoscere il mondo Risorse Umane. Per chiacchierare e rubare qualche segreto del mestiere a professionisti che hanno da raccontare. Per lasciarvi ispirare. La raccolta di interviste di Joinrs a chi lavora in ambito HR nasce con questi tre obiettivi: ci auguriamo che nelle loro storie possiate trovare i consigli che cercate e la determinazione per iniziare (o proseguire) nella costruzione dei vostri più obiettivi professionali.

 

Cinzia De Filippi

Cinzia ha scelto le risorse umane per la passione per le dinamiche organizzative e la gestione delle persone. Dopo una laurea in psicologia e un tirocinio in consulenza organizzativa, ha ampliato la sua prospettiva con un master in Australia, che le ha offerto competenze internazionali e una rete professionale.

Come Talent Acquisition & Division Manager in Orienta, coordina Orienta Digital, specializzata in talenti IT. La sua giornata include pianificazione con il team, eventi di settore e incontri con i clienti. Mira a rendere Orienta Digital un partner leader nel settore IT, offrendo soluzioni innovative e garantendo il reperimento continuo di professionisti qualificati.

 

1) Qual è stata la tua motivazione principale nel scegliere una carriera nelle risorse umane? Hai avuto modelli di riferimento o esperienze significative che hanno influenzato questa scelta?

La mia motivazione principale nel scegliere una carriera nelle risorse umane è stata guidata dalla mia passione per le dinamiche organizzative e la gestione delle persone. Fin dai miei studi in psicologia, mi sono sempre interessata a come le persone interagiscono all'interno di un contesto lavorativo e come le risorse umane possano influenzare positivamente la cultura aziendale e la produttività. Esperienze significative, come il mio tirocinio professionalizzante presso un'azienda di consulenza organizzativa, dove ho assistito nella progettazione e realizzazione di sistemi di gestione delle risorse umane, hanno consolidato il mio interesse per questo campo.

 

2) Avendo svolto un master all'estero, quali vantaggi ne hai tratto? E consiglieresti ai più giovani di fare esperienze simili? 

Per esperienza personale, seguire un corso di specializzazione in Australia, mi ha offerto una prospettiva internazionale sulla gestione delle risorse umane, arricchendo la mia comprensione delle pratiche globali e delle diverse culture aziendali. Questa scelta mi ha permesso di sviluppare competenze avanzate e di costruire una rete professionale internazionale. Consiglio vivamente ai giovani di intraprendere esperienze simili, in quanto forniscono una visione più ampia e possono aprire molte porte nel mercato del lavoro.

 

3) Oggi lavori come "Talent Acquisition & Division Manager " in Orienta, ci racconti brevemente la tua giornata tipo e quali sono i principali obiettivi che cerchi di raggiungere nel lungo termine?

La mia giornata tipo in Orienta come responsabile di Orienta Digital (divisione specializzata nell'individuazione di talenti e formazione in ambito IT), inizia con la revisione delle priorità del giorno e la pianificazione delle attività con il mio team. La mia squadra di lavoro è dislocata sul territorio italiano ed è mio compito coordinare tutte le attività, organizzando attività di promozione presso università ed eventi di settore e partecipando a incontri con i clienti per comprendere meglio le loro esigenze. 
Il mio obiettivo a lungo termine è quello di portare Orienta Digital ad essere un partner di riferimento nel settore IT, che sia in grado, sia di offrire soluzioni innovative e personalizzate per il matching tra talenti e aziende, che garantire continuità nel reperimento di professionisti qualificati favorendo così la crescita e l'innovazione delle aziende nostre clienti. 

 

4) Quali strategie adottate in Orienta per individuare i candidati adatti per le aziende clienti, in particolare nel settore ICT, e come li prepari per il mercato del lavoro?

In Orienta, adottiamo diverse strategie per individuare i candidati adatti per le aziende clienti nel settore ICT. Utilizziamo un mix di canali tradizionali e digitali, come job board, social media,  hackathon e netwoking professionale. Collaboriamo strettamente con università e istituti di formazione per identificare talenti emergenti, soprattutto partecipando a career day e job day. Per preparare i candidati al mercato del lavoro, organizziamo corsi di specializzazione su tematiche tecniche e forniamo coaching personalizzato di orientamento per sviluppare le loro competenze tech e soft skills.

 

5) Come contribuite al progetto "STEAMiamoci" e quali iniziative promuovete per supportare le figure stem femminili nel settore ICT?

Orienta, azienda certificata per la parità di genere e che si impegna in tema di empowerment femminile, partecipa attivamente al progetto "STEAMiamoci", promuovendo iniziative che supportano le donne nelle discipline STEM. Come divisione specializzata nel mondo IT lavoriamo promuovendo e valorizzando il talento femminile attraverso iniziative specifiche che incoraggiano le donne a perseguire una carriera in questo settore. 
Un esempio è il progetto "Programmare è un gioco da ragazze". Un progetto che ha visto come protagoniste giovani donne neolaureate in materie umanistiche che, contro ogni stereotipo, per passione e/o curiosità, erano motivate ad entrare nel mondo ICT. In sinergia con le nostre aziende clienti abbiamo lavorato per costruire nuovi modelli aziendali, per arricchire il mondo tecnologico con competenze e caratteristiche attitudinali che le figure femminili, provenienti da un percorso accademico umanistico, possono offrire: pensiero critico, comprensione e analisi, processo comunicativo uomo-macchina.

 

6) Quali sono i tuoi consigli per i giovani professionisti che desiderano fare carriera nel settore delle risorse umane? Hai qualche suggerimento specifico per il loro percorso di crescita e sviluppo?

Per i giovani professionisti che desiderano fare carriera nel settore delle risorse umane, consiglio di acquisire una solida formazione accademica e di cercare di svolgere più esperienze pratiche possibili. È importante sviluppare competenze trasversali come la comunicazione, il problem solving e la capacità di lavorare in team. Inoltre, essere aggiornati sulle ultime tendenze e tecnologie nel campo delle risorse umane può fare la differenza. Partecipare a corsi di formazione continua e costruire una rete professionale solida sono altri elementi chiave per il successo nel settore.

 

Intervista a cura di Francesca Capozzo

Chi è Joinrs?

Joinrs è il punto di incontro tra studenti, profili junior e aziende: grazie al nostro modello di AI, aiutiamo i job seeker ad identificare e scoprire i migliori annunci in linea con le loro ambizioni. Contemporaneamente, oltre 150 aziende clienti portano avanti sulla nostra piattaforma strategie di employer branding e talent acquisition con l'obiettivo di attrarre i candidati più compatibili con i valori dell’azienda. Se sei un’azienda e vuoi saperne di più, clicca qui.

 

Raccontando il mondo HR

Per conoscere il mondo Risorse Umane. Per chiacchierare e rubare qualche segreto del mestiere a professionisti che hanno da raccontare. Per lasciarvi ispirare. La raccolta di interviste di Joinrs a chi lavora in ambito HR nasce con questi tre obiettivi: ci auguriamo che nelle loro storie possiate trovare i consigli che cercate e la determinazione per iniziare (o proseguire) nella costruzione dei vostri più obiettivi professionali.

 

Cinzia De Filippi

Cinzia ha scelto le risorse umane per la passione per le dinamiche organizzative e la gestione delle persone. Dopo una laurea in psicologia e un tirocinio in consulenza organizzativa, ha ampliato la sua prospettiva con un master in Australia, che le ha offerto competenze internazionali e una rete professionale.

Come Talent Acquisition & Division Manager in Orienta, coordina Orienta Digital, specializzata in talenti IT. La sua giornata include pianificazione con il team, eventi di settore e incontri con i clienti. Mira a rendere Orienta Digital un partner leader nel settore IT, offrendo soluzioni innovative e garantendo il reperimento continuo di professionisti qualificati.

 

1) Qual è stata la tua motivazione principale nel scegliere una carriera nelle risorse umane? Hai avuto modelli di riferimento o esperienze significative che hanno influenzato questa scelta?

La mia motivazione principale nel scegliere una carriera nelle risorse umane è stata guidata dalla mia passione per le dinamiche organizzative e la gestione delle persone. Fin dai miei studi in psicologia, mi sono sempre interessata a come le persone interagiscono all'interno di un contesto lavorativo e come le risorse umane possano influenzare positivamente la cultura aziendale e la produttività. Esperienze significative, come il mio tirocinio professionalizzante presso un'azienda di consulenza organizzativa, dove ho assistito nella progettazione e realizzazione di sistemi di gestione delle risorse umane, hanno consolidato il mio interesse per questo campo.

 

2) Avendo svolto un master all'estero, quali vantaggi ne hai tratto? E consiglieresti ai più giovani di fare esperienze simili? 

Per esperienza personale, seguire un corso di specializzazione in Australia, mi ha offerto una prospettiva internazionale sulla gestione delle risorse umane, arricchendo la mia comprensione delle pratiche globali e delle diverse culture aziendali. Questa scelta mi ha permesso di sviluppare competenze avanzate e di costruire una rete professionale internazionale. Consiglio vivamente ai giovani di intraprendere esperienze simili, in quanto forniscono una visione più ampia e possono aprire molte porte nel mercato del lavoro.

 

3) Oggi lavori come "Talent Acquisition & Division Manager " in Orienta, ci racconti brevemente la tua giornata tipo e quali sono i principali obiettivi che cerchi di raggiungere nel lungo termine?

La mia giornata tipo in Orienta come responsabile di Orienta Digital (divisione specializzata nell'individuazione di talenti e formazione in ambito IT), inizia con la revisione delle priorità del giorno e la pianificazione delle attività con il mio team. La mia squadra di lavoro è dislocata sul territorio italiano ed è mio compito coordinare tutte le attività, organizzando attività di promozione presso università ed eventi di settore e partecipando a incontri con i clienti per comprendere meglio le loro esigenze. 
Il mio obiettivo a lungo termine è quello di portare Orienta Digital ad essere un partner di riferimento nel settore IT, che sia in grado, sia di offrire soluzioni innovative e personalizzate per il matching tra talenti e aziende, che garantire continuità nel reperimento di professionisti qualificati favorendo così la crescita e l'innovazione delle aziende nostre clienti. 

 

4) Quali strategie adottate in Orienta per individuare i candidati adatti per le aziende clienti, in particolare nel settore ICT, e come li prepari per il mercato del lavoro?

In Orienta, adottiamo diverse strategie per individuare i candidati adatti per le aziende clienti nel settore ICT. Utilizziamo un mix di canali tradizionali e digitali, come job board, social media,  hackathon e netwoking professionale. Collaboriamo strettamente con università e istituti di formazione per identificare talenti emergenti, soprattutto partecipando a career day e job day. Per preparare i candidati al mercato del lavoro, organizziamo corsi di specializzazione su tematiche tecniche e forniamo coaching personalizzato di orientamento per sviluppare le loro competenze tech e soft skills.

 

5) Come contribuite al progetto "STEAMiamoci" e quali iniziative promuovete per supportare le figure stem femminili nel settore ICT?

Orienta, azienda certificata per la parità di genere e che si impegna in tema di empowerment femminile, partecipa attivamente al progetto "STEAMiamoci", promuovendo iniziative che supportano le donne nelle discipline STEM. Come divisione specializzata nel mondo IT lavoriamo promuovendo e valorizzando il talento femminile attraverso iniziative specifiche che incoraggiano le donne a perseguire una carriera in questo settore. 
Un esempio è il progetto "Programmare è un gioco da ragazze". Un progetto che ha visto come protagoniste giovani donne neolaureate in materie umanistiche che, contro ogni stereotipo, per passione e/o curiosità, erano motivate ad entrare nel mondo ICT. In sinergia con le nostre aziende clienti abbiamo lavorato per costruire nuovi modelli aziendali, per arricchire il mondo tecnologico con competenze e caratteristiche attitudinali che le figure femminili, provenienti da un percorso accademico umanistico, possono offrire: pensiero critico, comprensione e analisi, processo comunicativo uomo-macchina.

 

6) Quali sono i tuoi consigli per i giovani professionisti che desiderano fare carriera nel settore delle risorse umane? Hai qualche suggerimento specifico per il loro percorso di crescita e sviluppo?

Per i giovani professionisti che desiderano fare carriera nel settore delle risorse umane, consiglio di acquisire una solida formazione accademica e di cercare di svolgere più esperienze pratiche possibili. È importante sviluppare competenze trasversali come la comunicazione, il problem solving e la capacità di lavorare in team. Inoltre, essere aggiornati sulle ultime tendenze e tecnologie nel campo delle risorse umane può fare la differenza. Partecipare a corsi di formazione continua e costruire una rete professionale solida sono altri elementi chiave per il successo nel settore.

 

Intervista a cura di Francesca Capozzo